Festa della Madonna della Visitazione
Print Friendly
2 luglio 2016 - 0:00


Festa Madonna della Visitazione 2

Ogni anno, il 2 luglio, si festeggia la Festa della Madonna della Visitazione, santa patrona della città di Enna. Assieme ai riti della Settimana Santa è l’evento religioso più importante del capoluogo ereo. La statua della Vergine viene acclamata come la Santa protettrice dei buoni raccolti dai contadini, ai quali spetta l’onore di portare il simulacro della Vergine. Durante la processione il fercolo viene portato a spalla dai devoti, dal Duomo fino alla Chiesa di Montesalvo; oltre cento uomini a piedi nudi e con un lungo camice ricamato sventolano fazzoletti bianchi mentre sostengono sulle spalle il peso della statua della Madonna. La processione fa tappa in diverse piazze, dove vengono esplose salve di cannone, le cosiddette “sarbiate”; all’arrivo a Montesalvo, dall’omonima chiesa escono correndo le statue di san Zaccaria e di santa Elisabetta che vanno incontro alla Madonna e, all’entrata in chiesa del fercolo della Patrona, hanno inizio i tanto attesi fuochi d’artificio. Per l’occasione la statua lignea della Madonna è adorna di una corona di strabiliante fattura, coperta da un ampio manto dorato e ingioiellata con ori e pietre preziose facenti parte del tesoro del Duomo di Enna custodito presso il Museo Alessi di Enna (attualmente chiuso).

 

 

  Click to listen highlighted text! Ogni anno, il 2 luglio, si festeggia la Festa della Madonna della Visitazione, santa patrona della città di Enna. Assieme ai riti della Settimana Santa è l’evento religioso più importante del capoluogo ereo. La statua della Vergine viene acclamata come la Santa protettrice dei buoni raccolti dai contadini, ai quali spetta l’onore di portare il simulacro della Vergine. Durante la processione il fercolo viene portato a spalla dai devoti, dal Duomo fino alla Chiesa di Montesalvo; oltre cento uomini a piedi nudi e con un lungo camice ricamato sventolano fazzoletti bianchi mentre sostengono sulle spalle il peso della statua della Madonna. La processione fa tappa in diverse piazze, dove vengono esplose salve di cannone, le cosiddette “sarbiate”; all’arrivo a Montesalvo, dall’omonima chiesa escono correndo le statue di san Zaccaria e di santa Elisabetta che vanno incontro alla Madonna e, all’entrata in chiesa del fercolo della Patrona, hanno inizio i tanto attesi fuochi d’artificio. Per l’occasione la statua lignea della Madonna è adorna di una corona di strabiliante fattura, coperta da un ampio manto dorato e ingioiellata con ori e pietre preziose facenti parte del tesoro del Duomo di Enna custodito presso il Museo Alessi di Enna (attualmente chiuso).    

 

 


BOOKING ONLINE

Scopri le strutture ricettive con il marchio di qualità del Distretto e riservati il posto migliore.

Prenota Online

Tourcoupon

Scopri le offerte pensate per te.

Prenota Online