San Lorenzo (agosto) e “Battment”
Print Friendly


Chiesa di San Lorenzo 3 - Fine Art Produzioni

In estate, ad agosto, la festa di San Lorenzo – Patrono di Aidone – è un evento molto sentito in paese. E’ Cinquecentesca la tradizione di devozione al Santo, responsabile secondo la legenda di avere intercettato un carico di mercanzie infettate dalla peste, mandandolo in fiamme e salvando il paese.
Sembra che il Battimento si sia riproposto ogni dieci anni fino al tardo Ottocento, quando fu sospeso fino al 2005, anno in cui è stato recuperato. Circa mille anni di rappresentazione teatralizzata di un evento interessante e curioso, quindi. Non una battaglia, non uno scontro militare: si narra che la rappresentazione riporti ad un torneo voluto da Guglielmo il Normanno per “pacificare” i rapporti di dominio e persecuzione della comunità normanna a danno dei musulmani. Guglielmo volle sì rappresentare una battaglia, anzi la battaglia finale che decretò, a poca distanza da Aidone (presso il cosiddetto “Passo dei Giudei”), la definitiva sconfitta in quei territori dei musulmani. La rappresentazione odierna infatti racconta di due culture che si incontrano, si confrontano e insieme seguono i cortei della Madonna delle Grazie e di San Lorenzo. La contessa Adelasia, figura molto rispettata, accoglie rappresentanti di altre feste medievali siciliane.

 

  Click to listen highlighted text! In estate, ad agosto, la festa di San Lorenzo – Patrono di Aidone – è un evento molto sentito in paese. E’ Cinquecentesca la tradizione di devozione al Santo, responsabile secondo la legenda di avere intercettato un carico di mercanzie infettate dalla peste, mandandolo in fiamme e salvando il paese. Sembra che il Battimento si sia riproposto ogni dieci anni fino al tardo Ottocento, quando fu sospeso fino al 2005, anno in cui è stato recuperato. Circa mille anni di rappresentazione teatralizzata di un evento interessante e curioso, quindi. Non una battaglia, non uno scontro militare: si narra che la rappresentazione riporti ad un torneo voluto da Guglielmo il Normanno per “pacificare” i rapporti di dominio e persecuzione della comunità normanna a danno dei musulmani. Guglielmo volle sì rappresentare una battaglia, anzi la battaglia finale che decretò, a poca distanza da Aidone (presso il cosiddetto “Passo dei Giudei”), la definitiva sconfitta in quei territori dei musulmani. La rappresentazione odierna infatti racconta di due culture che si incontrano, si confrontano e insieme seguono i cortei della Madonna delle Grazie e di San Lorenzo. La contessa Adelasia, figura molto rispettata, accoglie rappresentanti di altre feste medievali siciliane.  

 


BOOKING ONLINE

Scopri le strutture ricettive con il marchio di qualità del Distretto e riservati il posto migliore.

Prenota Online

Tourcoupon

Scopri le offerte pensate per te.

Prenota Online