MACC – Museo d’arte contemporanea
MACC 12 - Gianni Ballarò in Archivio Fotografico Musei Civici L. Sturzo Caltagirone

Su via Luigi Sturzo si accede al MACC, Museo d’Arte Contemporanea di Caltagirone, istituito nel 1996 in occasione della generosa donazione delle opere dell’artista calatino Gianni Ballarò da parte della moglie, Carmela Pasqualino.
Situato nella suggestiva location dell’ex Ospedale delle Donne, mette a disposizione dei visitatori opere di Ballarò e l’esposizione delle raccolte d’arte contemporanea acquisite dalle Rassegne nazionali della ceramica organizzate dal Comune di Caltagirone a partire dal 1980. Grazie a un’attenta politica di donazioni e acquisti, il Museo dispone oggi di opere di provenienza e matrice culturale differenti.
Al suo interno sono infatti esposti lavori di origine locale, come quelli di Franco Cannilla, Dino Caruso, Andrea Parini e Luigi Pero. Particolare attenzione è riservata alla Art Brut di Francesco Cusumano, poetico artista contadino. Così come opere presenti in edizioni della Rassegna nazionale della ceramica, come quelle di Luigi Mainolfi, Luigi Ontani, Lucilla Catania, Ettore Consolazione, Aldo Rontini, Paul Klerr.
Acquisite per donazione della signora Sylvia Franchi, direttrice della Galleria artivisive di Roma, sono invece le realizzazioni di Stelvio Botta, Renato Barisani, Vittorio Gelmetti, Giulio Turcato, Angelo Savelli, Mario Ceroli, Franco Angeli, Tano Festa, Enrico Accatino, Giacomo Balla e altri.
Inoltre, per donazione degli stessi autori, nel Museo d’Arte Contemporanea di Caltagirone sono presenti dipinti di Gianfranco Terzo, Turi Volanti e Francesco Giombarresi, artista contadino portato alla ribalta da Leonardo Sciascia. Le rispettive famiglie hanno ceduto opere di Francesco Cusumano, Andrea Parini, Dino Caruso, mentre i collezionisti come Mariella e Rosalba Venniro hanno donato altri lavori ancora, come un’interessante opera di Piero Gilardi.
Ad arricchire la galleria anche una ricca videoteca specialistica, un archivio documentario e fotografico e una biblioteca.

 

 

Via Luigi Sturzo
Tel. 0933 21083 – Fax 0933 41816

 

Orario apertura:da lunedì a sabato: 9.30 – 13,30
domenica 9.30 – 12.30
martedì, venerdì, sabato e domenica 15.30 – 18.30
mercoledì: chiuso
ingresso: gratuito

 

 

  Click to listen highlighted text! Su via Luigi Sturzo si accede al MACC, Museo d’Arte Contemporanea di Caltagirone, istituito nel 1996 in occasione della generosa donazione delle opere dell’artista calatino Gianni Ballarò da parte della moglie, Carmela Pasqualino. Situato nella suggestiva location dell’ex Ospedale delle Donne, mette a disposizione dei visitatori opere di Ballarò e l’esposizione delle raccolte d’arte contemporanea acquisite dalle Rassegne nazionali della ceramica organizzate dal Comune di Caltagirone a partire dal 1980. Grazie a un’attenta politica di donazioni e acquisti, il Museo dispone oggi di opere di provenienza e matrice culturale differenti. Al suo interno sono infatti esposti lavori di origine locale, come quelli di Franco Cannilla, Dino Caruso, Andrea Parini e Luigi Pero. Particolare attenzione è riservata alla Art Brut di Francesco Cusumano, poetico artista contadino. Così come opere presenti in edizioni della Rassegna nazionale della ceramica, come quelle di Luigi Mainolfi, Luigi Ontani, Lucilla Catania, Ettore Consolazione, Aldo Rontini, Paul Klerr. Acquisite per donazione della signora Sylvia Franchi, direttrice della Galleria artivisive di Roma, sono invece le realizzazioni di Stelvio Botta, Renato Barisani, Vittorio Gelmetti, Giulio Turcato, Angelo Savelli, Mario Ceroli, Franco Angeli, Tano Festa, Enrico Accatino, Giacomo Balla e altri. Inoltre, per donazione degli stessi autori, nel Museo d’Arte Contemporanea di Caltagirone sono presenti dipinti di Gianfranco Terzo, Turi Volanti e Francesco Giombarresi, artista contadino portato alla ribalta da Leonardo Sciascia. Le rispettive famiglie hanno ceduto opere di Francesco Cusumano, Andrea Parini, Dino Caruso, mentre i collezionisti come Mariella e Rosalba Venniro hanno donato altri lavori ancora, come un’interessante opera di Piero Gilardi. Ad arricchire la galleria anche una ricca videoteca specialistica, un archivio documentario e fotografico e una biblioteca.     Via Luigi Sturzo Tel. 0933 21083 – Fax 0933 41816   Orario apertura:da lunedì a sabato: 9.30 – 13,30 domenica 9.30 – 12.30 martedì, venerdì, sabato e domenica 15.30 – 18.30 mercoledì: chiuso ingresso: gratuito    

 

 


BOOKING ONLINE

Scopri le strutture ricettive con il marchio di qualità del Distretto e riservati il posto migliore.

Prenota Online

Tourcoupon

Scopri le offerte pensate per te.

Prenota Online