Duomo
Duomo 1 - Fine Art Produzioni

Nel cuore del centro cittadino, si erge solenne il Duomo di Enna, dedicato alla Madonna della Visitazione, tra le maggiori espressioni artistiche della provincia di Enna e di tutta la Regione Siciliana, grazie alla sua grandezza, alla pregevolezza delle opere custodite ed all’affascinante fondersi di stili diversi. La chiesa, oltre ad essere monumento nazionale, dal 2008 gode del riconoscimento Unesco quale “Monumento Testimone di Pace”, è il luogo in cui culminano le secolari celebrazioni della Settimana Santa di Enna e le suggestive celebrazioni patronali della Madonna della Visitazione. Costruito nel 1307 per ordine di Eleonora d’Angiò, sulle rovine del Tempio di Proserpina, di cui rimane parte dell’arcata centrale del tempio, fu semidistrutto da un incendio nel 1446 e quindi ricostruito nel corso del XVI secolo. Oggi presenta imponenti colonnati corinzi, tre navate e tre absidi, pregiate tele e lampadari, e una maestosa facciata con torre campanaria, che svetta su tutta la città. Dall’esterno il Duomo di Enna appare come una grande chiesa a pianta di croce latina, con una facciata principale cui si accede da un’ampia gradinata, sormontata dall’imponente torre campanaria, con campana di enorme mole, detta “dei 101 quintali”. La facciata del Duomo è di rara grandezza e bellezza: da una lunga scalinata si raggiunge un portico a tre portali, cinti da 6 colonne, mentre sopra la base si sviluppano altri due livelli della torre campanaria, con due finestre a tutto sesto ricche di fregi, decorazioni, volti umani, lesene e colonne in ordine dorico e corinzio. Nel lato sud, che prospetta su piazza Mazzini, si apre un portale cinquecentesco che reca nel timpano un pregevole bassorilievo marmoreo, raffigurante il noto episodio di S. Martino che divide il mantello col povero. Notevole è anche la Porta del Giubileo, oggi murata, sul fianco destro, esempio di gotico siciliano, con 6 colonne a capitelli decorati e un arco sovrastato dalla statua della “Madonna con Gesù Bambino”.
L’interno del Duomo, a tre navate con colonnati in basalto nero, presenta un vasto soffitto ligneo a cassettoni, intagliato riccamente. Nell’abside destra, in una nicchia dietro la tela attribuita a Filippo Paladino con la Visitazione, è nascosta la quattrocentesca statua della Madonna della Visitazione all’interno del ricchissimo fercolo detto “nave d’oro”, con il quale il 2 luglio di ogni anno viene portata in processione. Oltre alle opere di Filippo Paladino, allievo di Caravaggio, l’interno del Duomo offre, allo sguardo del fedele e del visitatore, alcune tele del pittore napoletano Giovanni Piccinelli e del famoso pittore fiammingo Guglielmo Borremans.

 

 

P.zza Duomo – 94100 Enna
Tel: 0935/500940
Aperto tutti i giorni dalle 9.30 alle 13. 00 e dalle 15.30 alle 20.00

 

 

  Click to listen highlighted text! Nel cuore del centro cittadino, si erge solenne il Duomo di Enna, dedicato alla Madonna della Visitazione, tra le maggiori espressioni artistiche della provincia di Enna e di tutta la Regione Siciliana, grazie alla sua grandezza, alla pregevolezza delle opere custodite ed all’affascinante fondersi di stili diversi. La chiesa, oltre ad essere monumento nazionale, dal 2008 gode del riconoscimento Unesco quale “Monumento Testimone di Pace”, è il luogo in cui culminano le secolari celebrazioni della Settimana Santa di Enna e le suggestive celebrazioni patronali della Madonna della Visitazione. Costruito nel 1307 per ordine di Eleonora d’Angiò, sulle rovine del Tempio di Proserpina, di cui rimane parte dell’arcata centrale del tempio, fu semidistrutto da un incendio nel 1446 e quindi ricostruito nel corso del XVI secolo. Oggi presenta imponenti colonnati corinzi, tre navate e tre absidi, pregiate tele e lampadari, e una maestosa facciata con torre campanaria, che svetta su tutta la città. Dall’esterno il Duomo di Enna appare come una grande chiesa a pianta di croce latina, con una facciata principale cui si accede da un’ampia gradinata, sormontata dall’imponente torre campanaria, con campana di enorme mole, detta “dei 101 quintali”. La facciata del Duomo è di rara grandezza e bellezza: da una lunga scalinata si raggiunge un portico a tre portali, cinti da 6 colonne, mentre sopra la base si sviluppano altri due livelli della torre campanaria, con due finestre a tutto sesto ricche di fregi, decorazioni, volti umani, lesene e colonne in ordine dorico e corinzio. Nel lato sud, che prospetta su piazza Mazzini, si apre un portale cinquecentesco che reca nel timpano un pregevole bassorilievo marmoreo, raffigurante il noto episodio di S. Martino che divide il mantello col povero. Notevole è anche la Porta del Giubileo, oggi murata, sul fianco destro, esempio di gotico siciliano, con 6 colonne a capitelli decorati e un arco sovrastato dalla statua della “Madonna con Gesù Bambino”. L’interno del Duomo, a tre navate con colonnati in basalto nero, presenta un vasto soffitto ligneo a cassettoni, intagliato riccamente. Nell’abside destra, in una nicchia dietro la tela attribuita a Filippo Paladino con la Visitazione, è nascosta la quattrocentesca statua della Madonna della Visitazione all’interno del ricchissimo fercolo detto “nave d’oro”, con il quale il 2 luglio di ogni anno viene portata in processione. Oltre alle opere di Filippo Paladino, allievo di Caravaggio, l’interno del Duomo offre, allo sguardo del fedele e del visitatore, alcune tele del pittore napoletano Giovanni Piccinelli e del famoso pittore fiammingo Guglielmo Borremans.     P.zza Duomo – 94100 Enna Tel: 0935/500940 Aperto tutti i giorni dalle 9.30 alle 13. 00 e dalle 15.30 alle 20.00    

 

 

 


BOOKING ONLINE

Scopri le strutture ricettive con il marchio di qualità del Distretto e riservati il posto migliore.

Prenota Online

Tourcoupon

Scopri le offerte pensate per te.

Prenota Online