Basilica di San Giacomo
Print Friendly
Basilica di San Giacomo 3 - Fine Art Produzioni

Da Piazza Municipio, percorrendo la via Vittorio Emanuele verso ovest, si giunge al Largo S. Giacomo nel quale si erge l’omonima basilica. La Basilica di San Giacomo è legata alla data del 25 luglio del 1090, quando Ruggero I di Sicilia, il conte Ruggero il normanno, sconfisse i saraceni in battaglia ed entrò a Caltagirone da trionfatore. In ricordo della vittoria volle erigere un tempio a San Giacomo apostolo, al quale affidò la protezione della città. Questa la storia di uno dei sacri edifici più rappresentativi del calatino, la stessa incisa su un’epigrafe latina posta lateralmente all’ingresso della basilica. Più volte ricostruita a causa dei terremoti e segnata dai bombardamenti della II Guerra mondiale, il tempio di San Giacomo presenta un’elegante facciata barocca con porta in bronzo realizzata secondo lo stile dell’arte contemporanea. Alla fine dell’Ottocento la chiesa venne arricchita da un campanile ornato da quattro statue che raffigurano gli evangelisti. All’interno della basilica sono custodite importanti opere d’arte e l’Arca delle Reliquie del Patrono S. Giacomo. Quest’ultima, chiamata comunemente Cassa argentea è l’opera di argenteria più grandiosa dell’intera città e fu eseguita da Nibilio Gagini, dal figlio Antonello e altri maestri argentieri. Per la complessità artistica di assoluta e raffinata eleganza è stata in lavorazione per ben 92 anni. Tra le altre opere custodite all’interno della Basilica, degne di nota: “il martirio di San Giacomo”, dipinto su tela attribuito a Filippo Paladini; “La Madonna di Odigitria”, dipinto su tela attribuita allo Zoppo di Gangi; Lo Scudo marmoreo di Giandomenico Gagini (riporta lo stemma della Città di Caltagirone); L’Annunciazione, opera marmorea di Giandomenico Gagini; Il Cuore di Maria, scultura lignea intagliata dai fratelli Vaccaro. La devozione calatina al Santo patrono si esprime da secoli in modo sontuoso e solenne nei giorni del 24, 25 luglio e 1 agosto, in particolare con la tradizionale Scala illuminata.

 

 

Largo S. Giacomo, 95041 Caltagirone (CT)
Tel: 0933 21353

 

 

  Click to listen highlighted text! Da Piazza Municipio, percorrendo la via Vittorio Emanuele verso ovest, si giunge al Largo S. Giacomo nel quale si erge l’omonima basilica. La Basilica di San Giacomo è legata alla data del 25 luglio del 1090, quando Ruggero I di Sicilia, il conte Ruggero il normanno, sconfisse i saraceni in battaglia ed entrò a Caltagirone da trionfatore. In ricordo della vittoria volle erigere un tempio a San Giacomo apostolo, al quale affidò la protezione della città. Questa la storia di uno dei sacri edifici più rappresentativi del calatino, la stessa incisa su un’epigrafe latina posta lateralmente all’ingresso della basilica. Più volte ricostruita a causa dei terremoti e segnata dai bombardamenti della II Guerra mondiale, il tempio di San Giacomo presenta un’elegante facciata barocca con porta in bronzo realizzata secondo lo stile dell’arte contemporanea. Alla fine dell’Ottocento la chiesa venne arricchita da un campanile ornato da quattro statue che raffigurano gli evangelisti. All’interno della basilica sono custodite importanti opere d’arte e l’Arca delle Reliquie del Patrono S. Giacomo. Quest’ultima, chiamata comunemente Cassa argentea è l’opera di argenteria più grandiosa dell’intera città e fu eseguita da Nibilio Gagini, dal figlio Antonello e altri maestri argentieri. Per la complessità artistica di assoluta e raffinata eleganza è stata in lavorazione per ben 92 anni. Tra le altre opere custodite all’interno della Basilica, degne di nota: “il martirio di San Giacomo”, dipinto su tela attribuito a Filippo Paladini; “La Madonna di Odigitria”, dipinto su tela attribuita allo Zoppo di Gangi; Lo Scudo marmoreo di Giandomenico Gagini (riporta lo stemma della Città di Caltagirone); L’Annunciazione, opera marmorea di Giandomenico Gagini; Il Cuore di Maria, scultura lignea intagliata dai fratelli Vaccaro. La devozione calatina al Santo patrono si esprime da secoli in modo sontuoso e solenne nei giorni del 24, 25 luglio e 1 agosto, in particolare con la tradizionale Scala illuminata.     Largo S. Giacomo, 95041 Caltagirone (CT) Tel: 0933 21353    

 

 

 


BOOKING ONLINE

Scopri le strutture ricettive con il marchio di qualità del Distretto e riservati il posto migliore.

Prenota Online

Tourcoupon

Scopri le offerte pensate per te.

Prenota Online