Walking Tour Piazza Armerina

L’itinerario propone un trekking urbano nello splendido centro storico di Piazza  Armerina che consentirà la conoscenza del patrimonio storico- monumentale di uno dei comuni più interessanti e integri della Provincia di Enna.

Il walking tour inizia dalla Cattedrale, posto in cima al quartiere Monte, uno dei quattro quartieri storici del paese (gli altri tre sono: Canali, Casalotto e Castellina). Dopo avere ammirato l’imponente struttura esterna e il suo campanile altro circa 44 metri e, al suo interno, il mirabile Crocifisso Ligneo del 1485, si consiglia di visitare il Museo Diocesano, sito a pochi metri di distanza (Piazza Cattedrale 1)  nel cui interno sono custoditi ricchi e antichi tesori, costituiti da reliquiari in argento e da pregevoli paramenti sacri. Poco più giù, in Via Monte, è possibile visitare le Pinacoteca Comunale, che racchiude prevalentemente quadri di tema religioso nonché alcune sculture provenienti da conventi e monasteri la cui produzione artistica é datata tra il Quattrocento e il primo Novecento. Il quartiere è ricco di viuzze tipicamente medievali e di bellissimi palazzi realizzati in stile rinascimentale e barocco come, a esempio, il Palazzo Trigona,  realizzato con mattoni di terracotta e pietra arenaria locale. Da qui si può raggiungere il Castello Aragonese struttura in stile federiciano di notevole interesse, il cui cattivo stato di conservazione richiede poderosi interventi di restauro. Imboccando la Via Umberto, si potrà scendere lungo la scalinata dello Zoppo per giungere alla Biblioteca Comunale e visitare la Mostra del Libro Antico. Si consiglia anche la visita del Museo del Contadino e la Mostra della civiltà  mineraria  in via Garibaldi prima di proseguire verso la bellissima Chiesa della Commenda dei Cavalieri di Malta del 1200 (in Via Umberto I), una delle più importanti chiese della città in stile normanno, fatta eccezione per i due portali in stile gotico. L’interno è costituito da una pianta rettangolare con un’unica navata coperta da capriate  in legno che si chiude con un’abside semicircolare sormontata da una semicupola di notevole fattura. A pochi passi dalla Commenda, si trova la Chiesa di San G. Evangelista (costruita tra il XVI e il XVII secolo) con la sua “Cappella Sistina di Sicilia”, definita così per la bellezza degli affreschi del 1615 attribuiti al Borremans.

Dopo pranzo, si consiglia di recarsi nell’immediata periferia di Piazza Armerina, per visitare la „Villa Romana del Casale“ (gli orari di apertura sono consultabili al link: https://www.villaromanadelcasale.it/orari/), Patrimonio dell’Unesco dal 1997, rinomata per i suoi 3500 metri quadri di mosaici, che testimonia l’utilizzo della campagna quale centro di potere e fondamento dell’economia rurale dell’Impero d’Occidente, durante il periodo romano. . Per maggiori informazioni in merito agli orari di apertura di musei, mostre e siti archeologici o per visite guidate, si consiglia di contattare la società STS-Servizi turistici o l’associazione COPAT (via Cavour 4 – aperto dal lunedì a venerdì dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 18. Info: 3358432056- 3510358216) o l’Agenzia viaggi AGIEO.

Rientrando in centro nel tardo pomeriggio, si consiglia la degustazione del vino alle mandorle, un vino bianco lavorato con l’essenza della mandorla molto delicato e profumato. Servito freddo può essere un eccellente aperitivo o l’ideale abbinamento con i buonissimi dolci della tradizione siciliana o con confetture prodotte con materie prime locali come i prodotti dell’azienda Casamandolio.( link.) L’azienda, oltre a produrre marmellate e confetture, mandorle e olio d’oliva, produce cosmesi e saponi naturali acquistabili presso vari punti vendita della città. Si informa, infine, che è possibile comprare presso i migliori rivenditori siti nel territorio del Distretto l’eccellente olio d’oliva prodotto dalle migliori aziende locali (link a Tenuta Arena, Casamandolio, Az.Trovato). Infine, si consiglia di soggiornare presso una delle ottime strutture insignite del marchio territoriale Dea di Morgantina (link strutture) in modo da poter dedicare il giorno seguente a una delle molteplici attività proposte (link alle esperienze).

Scopri la vasta offerta degli itinerari culturali, naturalistici, archeologici/storici, itinerari del gusto, dei riti e sagre nonché gli itinerari  esperienziali del Distretto turistico Dea di Morgantina.

  Click to listen highlighted text! L’itinerario propone un trekking urbano nello splendido centro storico di Piazza  Armerina che consentirà la conoscenza del patrimonio storico- monumentale di uno dei comuni più interessanti e integri della Provincia di Enna. Il walking tour inizia dalla Cattedrale, posto in cima al quartiere Monte, uno dei quattro quartieri storici del paese (gli altri tre sono: Canali, Casalotto e Castellina). Dopo avere ammirato l’imponente struttura esterna e il suo campanile altro circa 44 metri e, al suo interno, il mirabile Crocifisso Ligneo del 1485, si consiglia di visitare il Museo Diocesano, sito a pochi metri di distanza (Piazza Cattedrale 1)  nel cui interno sono custoditi ricchi e antichi tesori, costituiti da reliquiari in argento e da pregevoli paramenti sacri. Poco più giù, in Via Monte, è possibile visitare le Pinacoteca Comunale, che racchiude prevalentemente quadri di tema religioso nonché alcune sculture provenienti da conventi e monasteri la cui produzione artistica é datata tra il Quattrocento e il primo Novecento. Il quartiere è ricco di viuzze tipicamente medievali e di bellissimi palazzi realizzati in stile rinascimentale e barocco come, a esempio, il Palazzo Trigona,  realizzato con mattoni di terracotta e pietra arenaria locale. Da qui si può raggiungere il Castello Aragonese struttura in stile federiciano di notevole interesse, il cui cattivo stato di conservazione richiede poderosi interventi di restauro. Imboccando la Via Umberto, si potrà scendere lungo la scalinata dello Zoppo per giungere alla Biblioteca Comunale e visitare la Mostra del Libro Antico. Si consiglia anche la visita del Museo del Contadino e la Mostra della civiltà  mineraria  in via Garibaldi prima di proseguire verso la bellissima Chiesa della Commenda dei Cavalieri di Malta del 1200 (in Via Umberto I), una delle più importanti chiese della città in stile normanno, fatta eccezione per i due portali in stile gotico. L’interno è costituito da una pianta rettangolare con un’unica navata coperta da capriate  in legno che si chiude con un’abside semicircolare sormontata da una semicupola di notevole fattura. A pochi passi dalla Commenda, si trova la Chiesa di San G. Evangelista (costruita tra il XVI e il XVII secolo) con la sua “Cappella Sistina di Sicilia”, definita così per la bellezza degli affreschi del 1615 attribuiti al Borremans. Dopo pranzo, si consiglia di recarsi nell’immediata periferia di Piazza Armerina, per visitare la „Villa Romana del Casale“ (gli orari di apertura sono consultabili al link: https://www.villaromanadelcasale.it/orari/), Patrimonio dell’Unesco dal 1997, rinomata per i suoi 3500 metri quadri di mosaici, che testimonia l’utilizzo della campagna quale centro di potere e fondamento dell’economia rurale dell’Impero d’Occidente, durante il periodo romano. . Per maggiori informazioni in merito agli orari di apertura di musei, mostre e siti archeologici o per visite guidate, si consiglia di contattare la società STS-Servizi turistici o l’associazione COPAT (via Cavour 4 – aperto dal lunedì a venerdì dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 18. Info: 3358432056- 3510358216) o l’Agenzia viaggi AGIEO. Rientrando in centro nel tardo pomeriggio, si consiglia la degustazione del vino alle mandorle, un vino bianco lavorato con l’essenza della mandorla molto delicato e profumato. Servito freddo può essere un eccellente aperitivo o l’ideale abbinamento con i buonissimi dolci della tradizione siciliana o con confetture prodotte con materie prime locali come i prodotti dell’azienda Casamandolio.( link.) L’azienda, oltre a produrre marmellate e confetture, mandorle e olio d’oliva, produce cosmesi e saponi naturali acquistabili presso vari punti vendita della città. Si informa, infine, che è possibile comprare presso i migliori rivenditori siti nel territorio del Distretto l’eccellente olio d’oliva prodotto dalle migliori aziende locali (link a Tenuta Arena, Casamandolio, Az.Trovato). Infine, si consiglia di soggiornare presso una delle ottime strutture insignite del marchio territoriale Dea di Morgantina (link strutture) in modo da poter dedicare il giorno seguente a una delle molteplici attività proposte (link alle esperienze). Scopri la vasta offerta degli itinerari culturali, naturalistici, archeologici/storici, itinerari del gusto, dei riti e sagre nonché gli itinerari  esperienziali del Distretto turistico Dea di Morgantina.

 


ONLINE BUCHEN

Scopri le strutture ricettive con il marchio di qualità del Distretto e riservati il posto migliore.

Il servizio sarà disponibile a breve

Tour-Gutschein

Scopri le offerte pensate per te.

Il servizio sarà disponibile a breve