Il mito di Demetra e Kore
Print Friendly
Tra le sponde del Lago di Pergusa, i gialli campi di grano, le verdi pinete, le grotte di Cozzo Matrice e la rocca di Cerere, si svolgono le commoventi vicende di uno dei più affascinanti miti: quello di Proserpina, figlia di Cerere, rapita da Plutone re dell’Ade mentre coglieva i fiori sulle rive del lago Pergusa e trascinata sulla sua biga negli Inferi per diventare sua sposa. Si narra che per intercessione di Giove, Proserpina poteva salire in superficie per 6 mesi l’anno per poi tornare ancora con Plutone. È così che Cerere faceva calare il freddo ed il gelo durante i mesi in cui la figlia era assente, come segno di dolore, per poi far risvegliare la natura per il ritorno di Proserpina sulla terra.

 


BOOKING ONLINE

Scopri le strutture ricettive con il marchio di qualità del Distretto e riservati il posto migliore.

Prenota Online

Tourcoupon

Scopri le offerte pensate per te.

Prenota Online