Convento e Chiesa dei Cappuccini
Print Friendly
Convento dei cappuccini 8 - Fine Art Produzioni

Per ringraziare e sostenere i frati minori cappuccini dell’ordine di S. Francesco, prodighi nel sostegno agli appestati del 1624-25, il principe N. Placido Branciforti fece costruire il convento che poteva vantare una trentina di celle e una biblioteca incrementata con generose donazioni della principessa Beatrice, moglie del principe Ercole Branciforti. Il conte G. Calogero Li Destri, all’indomani della soppressione degli ordini religiosi che trasferiva allo Stato i beni ecclesiastici come questo, si oppose al provvedimento, riuscendo anni dopo ad averla vinta: concesse così il convento ai padri cappuccini i quali lo riscattarono definitivamente.
Lo stile è semplice, quasi rustico. La piazza che lo ospita esibisce una statua in bronzo di S. Francesco. All’interno sul cortile di forma quadrata con al centro una cisterna, si aprivano la cucina, la cantina e il refettorio che oggi ospita la biblioteca comunale e i suoi 14837 volumi. Al primo piano le celle occupate dai frati fino a qualche anno or sono.
Questi locali oggi sono adibiti ad uffici del Settore Cultura del Comune.
Contigua al convento e rustica come lui, la chiesa che ospita la cappella funeraria della famiglia Branciforti, voluta dal principe N. Placido. E’ considerata il sacrario della memoria storica e della identità culturale di Leonforte. Ai piedi dell’altare maggiore si trova la tomba del principe N. Placido Branciforti, con lapide in bronzo, ove è indicata la data della sua morte
avvenuta il 16 settembre 1661. Nella cripta la sepoltura di Giuseppe Branciforti secondo, principe di Leonforte, la moglie Caterina e i figli Melchiorre e Baldassarre. Nella navata laterale si trova il sarcofago, in marmo nero di Lidia, della Principessa Caterina, moglie di N. Placido Branciforti, morta nel 1634 a soli 42 anni di età. Da non perdere il quadro del pittore monrealese Pietro Novelli (scuola caravaggesca) raffigurante “L’Elezione di S. Mattia ad apostolo” realizzato in data anteriore al 1632.

 

Piazza Cappuccini, Leonforte (EN)

 

  Click to listen highlighted text! Per ringraziare e sostenere i frati minori cappuccini dell’ordine di S. Francesco, prodighi nel sostegno agli appestati del 1624-25, il principe N. Placido Branciforti fece costruire il convento che poteva vantare una trentina di celle e una biblioteca incrementata con generose donazioni della principessa Beatrice, moglie del principe Ercole Branciforti. Il conte G. Calogero Li Destri, all’indomani della soppressione degli ordini religiosi che trasferiva allo Stato i beni ecclesiastici come questo, si oppose al provvedimento, riuscendo anni dopo ad averla vinta: concesse così il convento ai padri cappuccini i quali lo riscattarono definitivamente. Lo stile è semplice, quasi rustico. La piazza che lo ospita esibisce una statua in bronzo di S. Francesco. All’interno sul cortile di forma quadrata con al centro una cisterna, si aprivano la cucina, la cantina e il refettorio che oggi ospita la biblioteca comunale e i suoi 14837 volumi. Al primo piano le celle occupate dai frati fino a qualche anno or sono. Questi locali oggi sono adibiti ad uffici del Settore Cultura del Comune. Contigua al convento e rustica come lui, la chiesa che ospita la cappella funeraria della famiglia Branciforti, voluta dal principe N. Placido. E’ considerata il sacrario della memoria storica e della identità culturale di Leonforte. Ai piedi dell’altare maggiore si trova la tomba del principe N. Placido Branciforti, con lapide in bronzo, ove è indicata la data della sua morte avvenuta il 16 settembre 1661. Nella cripta la sepoltura di Giuseppe Branciforti secondo, principe di Leonforte, la moglie Caterina e i figli Melchiorre e Baldassarre. Nella navata laterale si trova il sarcofago, in marmo nero di Lidia, della Principessa Caterina, moglie di N. Placido Branciforti, morta nel 1634 a soli 42 anni di età. Da non perdere il quadro del pittore monrealese Pietro Novelli (scuola caravaggesca) raffigurante “L’Elezione di S. Mattia ad apostolo” realizzato in data anteriore al 1632.   Piazza Cappuccini, Leonforte (EN)  

 

 


BOOKING ONLINE

Scopri le strutture ricettive con il marchio di qualità del Distretto e riservati il posto migliore.

Prenota Online

Tourcoupon

Scopri le offerte pensate per te.

Prenota Online