R.N.O. Bellia-Rossomanno-Grottascura

RNO Bellia, Rossomanno, Grottascura 5 - Fine Art ProduzioniLa Riserva naturale orientata Rossomanno-Grottascura-Bellia è una delle aree naturali protette della provincia di Enna, ed è compresa nei territori dei comuni di Piazza Armerina e di Aidone. Estesa circa 20 Kmq, questa grande area protetta comprende boschi in gran parte impiantati artificialmente nel corso del programma di forestazione risalente ai primi decenni del secolo scorso. Per garantire questo ambiente, diventato di notevole interesse naturalistico e culturale, nel 2000 è stata istituita la riserva “Rossomanno – Grottascura – Bellia”. La riserva ospita al suo interno un ricco patrimonio forestale, costituito da ampie distese di monumentali Eucaliptus e conifere; tra le conifere domina il Pino domestico, che si localizza oltre gli 800 m di quota, e il Pino d’Aleppo, assieme al castagno, al nocciolo, al leccio e all’alloro. Caratteristici dell’Ennese sono il sambuco, il pero selvatico, l’asparago e altre innumerevoli piante. Interessante è inoltre il sottobosco, con macchie di rovi, rosa canina, muschi, licheni, fiori di campo e funghi di ogni specie. Per quanto riguarda la fauna la riserva ospita numerose specie dell’avifauna migratoria e stanziale come la poiana, l’upupa, il cuculo e il gufo e tra i mammiferi troviamo la volpe, l’istrice, il riccio, il ramarro e la tartaruga palustre siciliana. Nei pressi della riserva si trovano il Lago di Pergusa, il Monte Rossomanno, le aree archeologiche di Cozzo Matrice e Montagna di Marzo. Sul Monte Rossomanno è possibile ammirare il gruppo dei Pupi Ballerini o pietre incantate che sono delle rocce alte tre metri, circa, costituite da arenarie grigiastre che nella loro forma ricordano molto uomini che danzano. Un’escursione in questa area, oltre a costituire un momento di relax, immersi nella natura, offre al visitatore la possibilità di effettuare un percorso nella storia veramente singolare. Di particolare rilevanza è, infatti, la grande stratificazione storica di insediamenti umani. Ci si può imbattere in una “fornace” o in strane strutture litiche che ricordano i “dolmen” o i “menhir” e che la fantasia popolare ha rivestito di alcune leggende fantastiche, in contrasto con le considerazioni dei geologi. Qualunque sia la loro origine, tuttavia, rimane indiscutibile l’enorme suggestione che le stesse esercitano su chi ha la fortuna di visitarle.
Primavera e autunno rappresentano le stagioni migliori per visitare la riserva. In primavera si gode di un clima mite ed i fiori, illuminati dal sole, sprigionano tutta la bellezza dei loro petali. In autunno si gode invece delle variazioni di colori offerti dalla sua ricca vegetazione.
Per raggiungerla dall’autostrada A19 Catania-Palermo bisogna uscire a Enna e proseguire per la S.S. 561 per Pergusa e, superato il lago, si segue la statale 117-bis. Da qui si prosegue a sinistra per Valguarnera e a destra per Piazza Armerina. Da Valguarnera si può imboccare la S.P. 4 in direzione Morgantina-Aidone: a destra, dopo qualche chilometro, si può scorgere il monte Rossomanno.
Da Piazza Armerina, invece, si percorre la S.S. 288 per Aidone-Morgantina. Giunti al bivio per Valguarnera, si prende, a sinistra, la S.P. 4 che costeggia la Riserva. Qui seguire gli appositi cartelli.

 

 

Per informazioni
Ufficio Provinciale Azienda Foreste Demaniali di Enna via Piazza Armerina 25 – Enna
Tel: 0935 565401 (centralino) – 0935 565422 (U.R.P.) – 0935 565418 (Dr. Morgano)
Fax: 0935 565421- 565413
E-mail: fsignorelli@regione.sicilia.it
Sito web: www.regione.sicilia.it/agricolturaeforeste/azforeste/
Numero Verde 840 700 839

 

 

  Click to listen highlighted text! La Riserva naturale orientata Rossomanno-Grottascura-Bellia è una delle aree naturali protette della provincia di Enna, ed è compresa nei territori dei comuni di Piazza Armerina e di Aidone. Estesa circa 20 Kmq, questa grande area protetta comprende boschi in gran parte impiantati artificialmente nel corso del programma di forestazione risalente ai primi decenni del secolo scorso. Per garantire questo ambiente, diventato di notevole interesse naturalistico e culturale, nel 2000 è stata istituita la riserva “Rossomanno – Grottascura – Bellia”. La riserva ospita al suo interno un ricco patrimonio forestale, costituito da ampie distese di monumentali Eucaliptus e conifere; tra le conifere domina il Pino domestico, che si localizza oltre gli 800 m di quota, e il Pino d’Aleppo, assieme al castagno, al nocciolo, al leccio e all’alloro. Caratteristici dell’Ennese sono il sambuco, il pero selvatico, l’asparago e altre innumerevoli piante. Interessante è inoltre il sottobosco, con macchie di rovi, rosa canina, muschi, licheni, fiori di campo e funghi di ogni specie. Per quanto riguarda la fauna la riserva ospita numerose specie dell’avifauna migratoria e stanziale come la poiana, l’upupa, il cuculo e il gufo e tra i mammiferi troviamo la volpe, l’istrice, il riccio, il ramarro e la tartaruga palustre siciliana. Nei pressi della riserva si trovano il Lago di Pergusa, il Monte Rossomanno, le aree archeologiche di Cozzo Matrice e Montagna di Marzo. Sul Monte Rossomanno è possibile ammirare il gruppo dei Pupi Ballerini o pietre incantate che sono delle rocce alte tre metri, circa, costituite da arenarie grigiastre che nella loro forma ricordano molto uomini che danzano. Un’escursione in questa area, oltre a costituire un momento di relax, immersi nella natura, offre al visitatore la possibilità di effettuare un percorso nella storia veramente singolare. Di particolare rilevanza è, infatti, la grande stratificazione storica di insediamenti umani. Ci si può imbattere in una “fornace” o in strane strutture litiche che ricordano i “dolmen” o i “menhir” e che la fantasia popolare ha rivestito di alcune leggende fantastiche, in contrasto con le considerazioni dei geologi. Qualunque sia la loro origine, tuttavia, rimane indiscutibile l’enorme suggestione che le stesse esercitano su chi ha la fortuna di visitarle. Primavera e autunno rappresentano le stagioni migliori per visitare la riserva. In primavera si gode di un clima mite ed i fiori, illuminati dal sole, sprigionano tutta la bellezza dei loro petali. In autunno si gode invece delle variazioni di colori offerti dalla sua ricca vegetazione. Per raggiungerla dall’autostrada A19 Catania-Palermo bisogna uscire a Enna e proseguire per la S.S. 561 per Pergusa e, superato il lago, si segue la statale 117-bis. Da qui si prosegue a sinistra per Valguarnera e a destra per Piazza Armerina. Da Valguarnera si può imboccare la S.P. 4 in direzione Morgantina-Aidone: a destra, dopo qualche chilometro, si può scorgere il monte Rossomanno. Da Piazza Armerina, invece, si percorre la S.S. 288 per Aidone-Morgantina. Giunti al bivio per Valguarnera, si prende, a sinistra, la S.P. 4 che costeggia la Riserva. Qui seguire gli appositi cartelli.     Per informazioni Ufficio Provinciale Azienda Foreste Demaniali di Enna via Piazza Armerina 25 – Enna Tel: 0935 565401 (centralino) – 0935 565422 (U.R.P.) – 0935 565418 (Dr. Morgano) Fax: 0935 565421- 565413 E-mail: fsignorelli@regione.sicilia.it Sito web: www.regione.sicilia.it/agricolturaeforeste/azforeste/ Numero Verde 840 700 839    

 

 

 


BOOKING ONLINE

Scopri le strutture ricettive con il marchio di qualità del Distretto e riservati il posto migliore.

Prenota Online

Tourcoupon

Scopri le offerte pensate per te.

Prenota Online